Droga

Fermato al casello di San Gregorio. Aveva in auto 3 chili di marijuana

marijuana
25 lug 2016 - 09:23

CATANIA - I finanzieri del Comando Provinciale di Catania hanno tratto in arresto un soggetto originario e residente a Messina, per traffico di stupefacenti e proceduto al sequestro di Kg. 3,480 di sostanza stupefacente del tipo marijuana.

Fondamentale si è rivelata la scelta di intensificare il controllo di quei territori che, a Catania, più si prestano alla realizzazione di traffici illeciti, luoghi, quali la stazione ferroviaria, l’aeroporto e il casello autostradale di San Gregorio, che hanno già visto intervenire ripetutamente le Fiamme Gialle.

Così, nel quadro di differenti attività di servizio finalizzate al contrasto del traffico di droga nelle citate località, i militari del Nucleo di Polizia Tributaria, all’altezza del casello autostradale di San Gregorio, hanno fermato e sottoposto a controllo una Fiat Uno con a bordo una persona, identificata in Gianfranco Mento  (classe 1966) che, sin da subito, ha palesato evidenti segni di nervosismo.

In ragione di ciò e in virtù delle dichiarazioni poco credibili rese dal Mento alle richieste formulate dai finanzieri, è iniziata un’ispezione dell’autovettura che ha consentito di rinvenire all’interno del bagagliaio una busta di plastica di colore nero con sei contenitori in cellophane dove erano stati occultati oltre 3 chilogrammi di marijuana.

Così scoperto il soggetto messinese, su disposizione della locale Autorità Giudiziaria, è stato tratto in arresto; il Mento risulta già noto alle forze di polizia presentando precedenti specifici in materia di stupefacenti.

La marijuana sequestrata, probabilmente destinata al mercato della provincia messinese, avrebbe fruttato, al dettaglio, circa 30.000 euro. Sul fronte del contrasto al traffico illecito di stupefacenti, perseverante è l’azione della Guardia di Finanza di Catania, che ha consentito, negli ultimi mesi, di assicurare alla giustizia 14 trafficanti e di sequestrare oltre 100 kg. di sostanze stupefacenti di vario tipo.

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA