Inchiesta

Fermati gli autori dell’intimidazione al sindaco di Licata

Fermati gli intimidatori dell'attentato incendiario
Fermati gli intimidatori dell'attentato incendiario
14 ott 2016 - 19:35

AGRIGENTO - Fermati gli autori dell’attentato incendiario commesso l’8 maggio scorso ai danni della casa di campagna di Rosario Cambiano, padre dell’attuale sindaco di Licata, anch’esso preso di mira a causa della sua lotta contro l’abusivismo. 

I due sarebbero Angelo Marco Sortino di 32 anni, e Calogero Strincone di 30. Il gip di Agrigento nei loro confronti ha emesso un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari. Le accuse sarebbero, in concorso fra di loro e con altri soggetti non identificati, di danneggiamento seguito da incendio, minacce aggravate e violenza. 

Si indaga inoltre su eventuali mandanti, l’attentato risulta stato commesso la sera della domenica in cui il sindaco aveva partecipato ala trasmissione televisiva “L’Arena” su Raiuno. I focolai sarebbero stati appiccati in più punti della casa. Intimidazioni anche su Facebook, social in cui era apparsa la scritta “magari bruciava pure lui”.

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA