Malavita

Fermati 8 “protagonisti” di 3 delitti di mafia a Catania

Manette
25 giu 2015 - 16:33

CATANIA – Sono tutti accusati di associazione a delinquere e di omicidio: si tratta di 8 elementi appartenenti alla cosca Santapaola, arrestati dai carabinieri a seguito di alcune indagini con l’aiuto di alcuni collaboratori di giustizia.

I primi due indagati sono Daniele Nizza e Rosario Lombardo. I due avrebbero partecipato il 27 settembre del 2009 all’uccisione di Francesco Palermo, esponente della famiglia dei Cursoti. Si tratterebbe di una vendetta, dato che Palermo sarebbe stato l’artefice dell’omicidio di Giuseppe Vinciguerra (7 aprile 2009), cugino di Orazio Magrì, esponente dei Santapaola.

Sempre Daniele Nizza è accusato del delitto ai danni di Lorenzo Saitta, avvenuto il 6 dicembre 2006. Il gesto, compiuto con Andrea Nizza, ancora oggi latitante, è stato compiuto per intimorire il cugino della vittima, Lorenzo “Salvuccio ‘u Scheletro” Nizza, che aveva dichiarato di uccidere 5 dei 6 fratelli Nizza una volta che sarebbe uscito dal carcere.

Nella lista dei fermati ci sono anche Orazio Magrì, Agatino Cristaudo, Salvatore Cristaudo e Giovanni Privitera. Gli ultimi tre avrebbero nascosto il cadavere di Giuseppe Rizzotto, ucciso il 14 settembre 2011 da Magrì. L’omicidio è stato commesso in seguito alla lotta tra il clan Nizza e quello Ercolano per la supremazia in seno alla famiglia Santapaola.

Ecco l’elenco dei soggetti accusati:

  • Rosario Lombardo (già detenuto ai domiciliari)
  • Daniele Nizza (già detenuto 41 bis)
  • Andrea Nizza (latitante)
  • Orazio Magrì (già detenuto)
  • Giovanni Privitera (già detenuto)
  • Salvatore Cristaudo
  • Agatino Cristaudo
  • Martino Cristaudo
  • Eros Salvatore Condorelli

 

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento