Minacce

Estorsione: le vittime costrette a pagare 100 euro ogni venerdì, arrestati padre e figlio

29 ott 2015 - 07:30

TERMINI IMERESE - Padre e figlio arrestati a Termini Imerese per estorsione ai danni di un venditore ambulante e del suo datore di lavoro.

I carabinieri del Nucleo Operativo hanno fatto scattare la manette ai polsi di Pietro Mantia, 56 anni, e Salvatore, 25 anni, in esecuzione di un’ordinanza di custodia in carcere, per concorso in estorsione.

Da settembre a ottobre sono stati sei gli episodi estorsivi ai danni delle vittime, costrette ogni venerdì a consegnare 100 euro, dietro la minaccia di aggressioni e danneggiamenti.

“Mi ha ammazzato questa giornata, nudo sono rimasto”, aveva detto in un’occasione il commerciante.

“Siete i padroni, ma tutti i giorni no però”, era stato in un’altra lo sfogo. Inoltre e’ stato costretto in diverse occasioni a consegnare presso il domicilio dei Mantia frutta e ortaggi gratis.

Fatti documentati da intercettazioni telefoniche e ambientali nonche’ dai video realizzati nel negozio ambulante di frutta e verdura. Padre e figlio sono stati condotti nel carcere di Termini Imerese.

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento