Sceneggiata

Enna, si presenta alla seduta di laurea con soli 2 esami dati: finisce in gazzarra

laurea
24 ott 2014 - 18:15

ENNA - Laurearsi, molto spesso, è un’impresa ardua e richiede costanza e tenacia. Quando però si arriva all’ambito traguardo della laurea l’orgoglio di amici e familiari è immenso. Una ragazza, iscritta alla Kore di Enna in giurisprudenza, probabilmente avrebbe voluto inorgoglire tutto il suo nucleo familiare ma non aveva fatto i conti con l’amara verità contenuta nel suo libretto universitario: soltanto due esami sostenuti.

Di studenti che hanno falsificato il libretto facendo credere di avere una brillante carriera universitaria ce ne sono stati a bizzeffe nella storia. Poi si finiva per cedere e per rivelare, anche a distanza di anni, il lungo periodo trascorso da nullafacente. Il caso avvenuto la scorsa settimana a Enna ha dell’incredibile e sembra essere un episodio del film “I mostri” di Dino Risi.

La ragazza aveva invitato amici e parenti alla discussione della sua tesi. Con i genitori agghindati per il gran giorno si è presentata nell’aula magna universitaria per discutere la tesi e vedendo – come ovvio – che il suo nome non era iscritto tra quello dei laureandi ha iniziato a protestare. Sbalordito il padre della “laureanda fraudolenta” ha anch’egli perso le staffe e ha addebitato tutto a un errore dell’ateneo, minacciando i presenti e chiedendo a gran voce la proclamazione della dottoressa.

Malgrado ciò la “dottoressa” è andata a festeggiare con amici e parenti. I vertici dell’ateneo hanno avviato un’indagine interna e hanno effettivamente appurato che la studentessa non aveva alcun titolo previsto per la laurea e ora potrebbe anche essere denunciata e chiamata a rispondere di un danno d’immagine nei confronti della Kore.

Foto Flickr caffesargenti cc license

Commenti

commenti

Andrea Sessa



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento