Processo

Emergenza rifiuti a Trapani: sotto accusa sindaco e comandante dei vigili urbani

vito-damiano
11 ott 2016 - 11:37

TRAPANIA Trapani la “guerra dei rifiuti” prosegue spedita.

Il sindaco Vito Damiano ed il comandante della Polizia Municipale Biagio De Lio sono indagati per interruzione di pubblico servizio. 

L’accusa specifica è quella di aver turbato la regolarità del servizio di pubblica necessità di raccolta e smaltimento dei rifiuti presso la discarica sita in contrada Borranea, provocandone così l’interruzione.

Il sostituto procuratore Marco Verzera ha avanzato al giudice per le indagini preliminari Antonio Cavasino la richiesta di rinvio a giudizio a carico di entrambi.

Il procedimento penale è scaturito da una denuncia sporta dall’attuale commissario dell’Ato, Sonia Alfano, la quale aveva tacciato il sindaco di interruzione di pubblico servizio dopo che venti mezzi della “Belice Ambiente” erano rimasti dietro ai cancelli della discarica. Si erano recati li per scaricare le immondizie sulla base di un’ordinanza del Presidente della Regione Siciliana Rosario Crocetta del 27 febbraio di quest’anno.

 Immagine in copertina: Tp24.it

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA