Assistenza

Temperature polari ed emergenza maltempo: allestita una tendopoli per i senzatetto

Stand piazza Falcone
19 gen 2017 - 06:21

CATANIA - Da alcuni giorni, in piazza Giovanni Falcone a Catania, nei pressi della stazione centrale, è stata allestita una tendopoli per ospitare i senzatetto e le altre persone bisognose che, in questi giorni di freddo polare, hanno patito più di tutti gli effetti del gelo e del maltempo.

L’iniziativa è stata promossa dal Comune di Catania, con in testa il sindaco Enzo Bianco, in sinergia con le associazioni di volontariato del coordinamento comunale di protezione civile, E.S.A.F., C.I.S.O.M., C.N.G.E.I. e Misericordia Catania.

Un segnale a dir poco positivo che conferma come a Catania la vicinanza ai senza fissa dimora e alle persone non abbienti sia un tema di grande importanza per l’intera collettività.

Con l’emergenza maltempo, inoltre, il valore di iniziative del genere aumenta notevolmente anche in virtù della “straordinarietà” delle condizioni meteo, quest’anno particolarmente rigide, rispetto agli “standard” stagionali degli scorsi anni.

Abbiamo incontrato Tony Graziano, uno dei responsabili della logistica del coordinamento comunale di Catania che, oltre ad aver mostrato la propria soddisfazione per quest’iniziativa, ha spiegato: “La nostra attività è iniziata domenica sera. Come tutti sappiamo in questi giorni in città c’è stata l’emergenza neve e abbiamo allestito, di comune accordo col Comune di Catania, i servizi sociali e l’ufficio di protezione civile, questo campo attrezzandolo con ottime tende, materassini, coperte e brandine.

Abbiamo due tende pneumatiche e una standard un po’ più grande – spiega Graziano -. Momentaneamente siamo solo qui a piazza Falcone, ma, in accordo con l’amministrazione comunale, abbiamo aperto a chi ne ha bisogno anche il Palaspedini. Siamo anche alla ricerca di ulteriore materiale, in primis coperte, per i nostri assistiti che non sono solo senzatetto, ma anche persone che hanno problemi economici e diamo loro, in collaborazione con la Caritas, un buon pasto. Faccio un invito alla cittadinanza, che è quello di portare materiale di cui non si fa più uso qui sul posto.

Tracciando un piccolo bilancio i nostri assistiti sono abbastanza felici del nostro servizio, ma anche preoccupati che da un momento all’altro saremo costretti a smontare tutto. Continueremo fin quando ci sarà quest’allerta meteo. Noi diamo il massimo supporto – conclude - considerando anche che la nostra attività continua al di fuori di questo campo con macchine che distribuiscono materiale per queste persone, soprattutto qui in zona, dove c’è un’alta concentrazione di gente bisognosa”.

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento