Operazione

Duplice omicidio, estradato assassino dalla Germania. Vaiana condannato all’ergastolo

arresto-polizia
27 lug 2016 - 09:57

PALERMO - Giuseppe Vaiana, 55 anni originario di Castelvetrano (Trapani), è stato estradato dalla Germania e condannato all’ergastolo per duplice omicidio.

Un’operazione effettuata stamani dai finanzieri di Polizia Tributaria di Palermo, guidati dal colonnello Francesco Mazzotta con esecuzione del provvedimento di custodia cautelare in carcere emesso lo scorso 11 maggio dalla Corte di Assise di Trapani: all’uomo è stato notificato all’aeroporto di Fiumicino dopo essere atterrato con un aereo proveniente dalla Germania, scortato dagli uomini dell’Interpol,

Vaiana era stato precedentemente individuato e arrestato il 25 maggio scorso nei pressi di Francoforte, grazie alle indagini eseguite dal Gico di Palermo dopo la recente condanna all’ergastolo da parte della Corte trapanese.

L’uomo è ritenuto responsabile, insieme con il fratello già detenuto Michele Claudio, dell’omicidio commesso il 24 agosto del 1990 a Campobello di Mazara di Paolo Favara, 30 anni, e della sorella 33 enne Caterina Vaiana, soprannominata “Rina”.

Pochi giorni dopo la sua condanna, Vaiana venne localizzato dalle Fiamme gialle in terra tedesca nell’ambito di altre attività investigative: quindi il presidente della Corte di Assise di Trapani emesse immediatamente un mandato di arresto europeo, recapitato tempestivamente alle autorità tedesche. L’uomo è stato fermato a Ludwigshafen, mentre giocava in un Internet cafè con le slot machines.

Gabriele Paratore



© RIPRODUZIONE RISERVATA