Polizia

Il dott. Marziano nominato vicario del questore di Vibo Valentia

Marziano_polizia-Acireale
29 giu 2017 - 18:19

CATANIA - Lascerà la questura di Catania e in particolare il commissariato di Acireale di cui è l’attuale dirigente, il primo dirigente della Polizia di Stato dott. Giovanni Marziano: dal prossimo 1 settembre, infatti, assumerà la carica di vicario del questore di Vibo Valentia, prestigioso incarico conferitogli dal Dipartimento della Pubblica Sicurezza del Ministero dell’Interno.

Catanese, 53 anni, Giovanni Marziano è entrato in Polizia nel 1985, frequentando il 1° Corso quadriennale per Allievi Vice Commissari; successivamente, nel 1989, ha frequentato il 73° Corso per Vice Commissari della Polizia di Stato, a conclusione del quale è stato assegnato al Reparto Mobile di Genova, sino al mese di novembre dell’anno successivo, quando è stato trasferito alla Questura di Catania. Qui, dal 1990 in poi, ha svolto diversi incarichi in tutti i settori principali della sicurezza pubblica e del contrasto al crimine comune e organizzato, nell’ambito della prevenzione dei reati e del controllo del territorio, nel settore della polizia giudiziaria, nei servizi di ordine pubblico.

Dal 1990 al 1992 è stato funzionario presso l’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico – Responsabile dell’Ufficio Volanti e del Centro Operativo Telecomunicazioni. Dal settembre 1992, per oltre 11 anni, ha svolto servizio investigativo presso la Squadra Mobile di Catania, ricoprendo prima l’incarico di Dirigente della Sezione Antirapine, quindi della Sezione Catturandi, della Squadra Antiscippo, poi della Sezione Omicidi e, infine, della Sezione Antiestorsioni e Reati contro la Pubblica Amministrazione.

Nel corso della sua carriera, in particolare negli anni di servizio investigativo presso la Squadra Mobile catanese, ha portato a termine numerose attività investigative e operazioni di P.G. a seguito alle quali ha ricevuto dal Ministero dell’Interno riconoscimenti premiali legati, soprattutto, alla cattura di esponenti di associazioni mafiose locali, di latitanti mafiosi, di responsabili di rapine, di omicidi e di traffico di stupefacenti. Nel dicembre 2003 è stato nominato Dirigente del Commissariato Sezionale di P.S. “Borgo-Ognina” . Dal maggio 2007 Dirigente dell’Ufficio Misure di Prevenzione della Questura di Catania. Promosso alla qualifica di Primo Dirigente dall’1.1.2007, dal successivo 25 ottobre ha frequentato il 23° corso di Formazione Dirigenziale. Dal maggio 2008 ha ricoperto l’incarico di Dirigente della Divisione Polizia Anticrimine della Questura di Catania: qui si è occupato, tra l’altro, della normativa riguardante l’applicazione del provvedimento questorile del DASPO e, soprattutto, della nuova norma sullo “stalking” (art.612-bis del codice penale) e dell’applicazione del provvedimento dell’Ammonimento del Questore, seguendo numerosi casi di donne vittime di violenze fisiche e psicologiche. Nel dicembre del 2010 gli sono state attribuite le funzioni di Capo di Gabinetto di quella Questura di Catania che il dott. Marziano ha condotto per ben 5 anni, durante i quali ha coordinato la complessa “macchina” della Questura, occupandosi personalmente, dal febbraio del 2011, delle fasi di progettazione e realizzazione dell’apertura del Centro di Accoglienza Richiedenti Asilo di Mineo, nonché della organizzazione di numerosi e delicati servizi di ordine pubblico.

Infine, nel dicembre del 2015 è stato nominato Dirigente del Commissariato Distaccato di P.S. di Acireale. Nel periodo trascorso alla guida del Commissariato di Acireale, il dott. Marziano ha dedicato particolare attenzione e impegno al potenziamento dei servizi di controllo del territorio e ha portato a termine, con i suoi collaboratori, alcune operazioni di Polizia Giudiziaria, tra cui spiccano gli arresti, effettuati nel 2016, di alcuni impiegati del Comune di Acireale responsabili di truffa aggravata ai danni della Pubblica Amministrazione mediante il metodo della falsa timbratura del “cartellino” e, più recentemente, le operazioni “Burglar” e “Flash”, conclusesi con l’arresto degli appartenenti a due bande di malviventi responsabili di associazione a delinquere finalizzata alla commissione di numerosi reati contro il patrimonio quali furti con scasso e rapine.

A capo del Commissariato di Acireale, dalla medesima data, è stata assegnata la dott.ssa Maria Giovanna Rizzo, Primo Dirigente della Polizia di Stato, recentemente assegnata alla Questura di Catania, proveniente dall’Ufficio Speciale di P.S. presso la Regione Siciliana. La dott.ssa Rizzo, che nei primi anni ’90 ha prestato servizio presso la Questura di Catania, ha maturato in carriera una notevole esperienza, avendo diretto – tra gli altri – uffici come il Commissariato San Paolo di Napoli, la Sezione Polizia Stradale di Caserta e il Compartimento di Polizia Postale di Reggio Calabria.

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA