Lutto

Dieci anni in stato vegetativo per una polpetta avariata: è morta Sara Di Natale

Sara Di Natale
12 apr 2016 - 13:25

RAGUSAUn calvario lungo 10 anni, una sofferenza per lei e per i familiari. Tutto per colpa di una polpetta, all’apparenza saporita ma imbottita di solfiti.

È morta ieri Sara Di Natale, ragazza di Ragusa che a 22 anni si era trasferita a Catania per cercare di dare una svolta alla sua vita. Una vita come molte altre ragazze sue coetanee: studio e vita sociale. Poi, il 7 febbraio del 2006 il tragico episodio: sembrava una cena come le altre, con una sua collega di università. Ma quella polpetta era piena di solfiti, che le hanno provocato uno shock anafilattico. Da quel momento in poi è rimasta in stato vegetativo.

Dieci lunghi anni in cui è stata ventilata e alimentata artificialmente e in cui papà Luciano e mamma Gabriella hanno dimostrato un gesto d’amore che solo i genitori possono avere nei confronti dei propri figli.

E, insieme a questo, hanno avuto la tenacia di combattere battaglie dure e difficili per smuovere le coscienze su temi importanti, come quello del servizio di assistenza e quello del testamento biologico.  

Andrea Lo Giudice



© RIPRODUZIONE RISERVATA