Qualità

Anche il Datterino di Pachino nella lista a marchio Igp

datterino
21 nov 2015 - 17:39

PACHINO -  Oggi la Regione Sicilia ha approvato la modifica al disciplinare del Consorzio Pomodoro Igp di Pachino che prevede il riconoscimento del datterino tra i prodotti a maschio Igp, insieme a quelli tradizionali come il ciliegino, il tondo liscio e il costoluto.

Dopo il via libera della Regione, l’iter burocratico seguirà nelle prossime settimane con l’approvazione da parte del ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, come confermato il 19 novembre attraverso una comunicazione a firma del dirigente generale dell’assessorato, Rosaria Barresi.

Il processo di riconoscimento delle nuove varietà si concluderà, poi, con il riconoscimento in tutta Europa e l’approvazione definitiva da parte di Roma prima e di Bruxelles dopo.

“La modifica proposta – spiega Salvatore Francavilla, progettista che ha coordinato le procedure burocratiche - introduce una nuova varietà di pomodoro alla certificazione Igp. Si tratta del datterino, varietà che è presente sul territorio da molto tempo ma che ad oggi non gode del marchio Igp. Qualora la modifica venisse accettata anche dal Ministero, come ci auguriamo, il riconoscimento sarebbe sancito con la pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale”.

Ma il datterino non sarà l’unica varietà inserita. Ci sarà, come affermato dal direttore Salvatore Chiaramida, “anche l’oblungo, tipologia che sta incontrando sempre più il favore dei consumatori”.

“È un passo molto importante - conferma il presidente del Consorzio Sebastiano Fortunato - che arriva dopo un lavoro impegnativo. Il riconoscimento valorizzerebbe una delle varietà più famose del nostro territorio, riconoscendo la particolarità delle proprietà organolettiche data dal luogo e dalle sue caratteristiche uniche al mondo. Ringraziamo Salvatore Francavilla che ha seguito le pratiche e i professionisti che lo hanno coadiuvato, l’agronomo Emanuele Blanco e l’agrotecnico Franco Lorefice”

 

 

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli Correlati

Lascia un Commento