Spaccio

Dalla Riviera Romagnola ad Agrigento: 29 arresti in tutta Italia, 40 le perquisizioni. Gestivano traffico di droga

volante polizia
9 giu 2015 - 08:30

AGRIGENTO – Detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti, uso di banconote false, estorsione e porto abusivo di armi.

Queste le accuse con cui la Squadra Mobile di Rimini ha eseguito 29 misure cautelari a carico di altrettante persone, appartenenti ad un’organizzazione criminale dedita allo spaccio di droga sulla Riviera romagnola.

L’operazione, che ha consentito di sgominare la banda di pusher, è scattata all’alba di oggi, al termine di un’indagine durata un anno.

Gli uomini della Questura di Rimini hanno operato in collaborazione con le Questure di Milano, Ancona, Ravenna, Pesaro ed Agrigento.

Sono circa 40 le perquisizioni in corso, oltre a Rimini, l’esecuzione dei 29 provvedimenti restrittivi ha riguardato anche Milano, Agrigento, Pesaro e Ancona. Nello specifico, sono stati eseguiti 18 provvedimenti di custodia cautelare in carcere, 8 arresti domiciliari, 2 divieti di dimora nel comune di Rimini ed un obbligo di presentazione alla Polizia giudiziaria.

Nelle operazioni sono impegnati oltre 100 poliziotti, con l’ausilio di unità cinofile antidroga e di un elicottero. L’intera operazione, battezzata ‘Titano’, è coordinata dallo Sco di Roma.

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento