Blitz

La Dacca Spa nell’occhio del ciclone: sequestrati 2 milioni di euro all’imprenditore D’Agostino

foto sequestro beni
25 set 2015 - 09:22

CATANIA – Piatti, bicchieri e stoviglie di plastica. La società Dacca S.p.a la conosciamo tutti e questa volta finisce alla ribalta delle cronache non per le sue produzione, bensì per un maxi sequestro della guardia di Finanza.

Due milioni di euro sono stati sequestrati al suo rappresentante legale Giuseppe D’Agostino. 

Ad accendere i riflettori delle indagini sull’imprenditore è stata l’Agenzia delle Entrate che ha segnalato il mancato versamento dell’Iva nell’anno 2013 e così è iniziata l’attività investigativa del Nucleo di Polizia Tributaria della guardia di Finanza, coordinata dalla Procura della Repubblica di Catania.

Sono scattati, dunque, i sigilli per due ville e un terreno a Zafferana Etnea e in due appartamenti ad Acireale, tutti di proprietà di Giuseppe D’Agostino, oggi indagato. 

Ma non è tutto. Sono stati, infatti, rintracciati rapporti finanziari con saldi attivi per oltre 80 mila euro, le quote di quattro società e due macchine del noto imprenditore “della plastica”.

Un maxisequestro, dunque, che scrive una pagina negativa della storia della Dacca S.p.a. 

Commenti

commenti

Giorgia Mosca



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento