Tragedia

Crollo di via Crispi: morta anche l’anziana che abitava al secondo piano

Crollo palazzina via Archimede
31 mar 2017 - 17:25

CATANIA - Dopo aver lottato per oltre un mese tra la vita e la morte, alla fine si è arresa Rosaria Nicosia, 69 anni, l’altra donna sepolta dalle macerie dopo il crollo della palazzina di via Francesco Crispi a Catania. A dare il triste annuncio è la nuora Rosaria Cinturino, che ha anche detto che i funerali si terranno lunedì.

La salma al momento è stata portata in un piccolo androne di sua proprietà in via Archimede, nel quale spesso si fermava per sistemare alcune cose. La donna, separata da tempo, viveva in un appartamento del secondo piano. Le cause del decesso sono ancora da accertare, ma, a detta della nuora, la complicazione è avvenuta nella gabbia toracica che era già frantumata, oltre naturalmente alle fratture riportate dopo la terribile tragedia.

Salgono così a due le vittime dell’esplosione avvenuta nella notte tra il 25 e il 26 febbraio, dopo la morte di Agata Strano, mentre rimangono ancora stabili le condizioni di Arturo Russello, primo indagato per il crollo e ancora ricoverato all’ospedale Civico di Palermo.    

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA