Viabilità

Crollo nella galleria di Siculiana sulla statale 115

immagine di www.sicilia5stelle.it
immagine di www.sicilia5stelle.it
10 lug 2015 - 16:16

AGRIGENTO - Ancora crolli e disagi per gli automobilisti nelle strade siciliane. Questa volta è accaduto nella SS 115, Sud orientale sicula, che collega le città di Trapani e Siracusa passando per Agrigento, Gela e Ragusa.  Nella serata di ieri, poco dopo le 21,00, grossi calcinacci si sono staccati dalla volta della galleria di Siculiana precipitando sull’asfalto. Per fortuna non si sono verificati incidenti e nessuno è rimasto ferito, solo grande paura e il disagio di rimanere bloccati in galleria per diverse ore. 

Si poteva evitare questo stress e accumulo di auto, utilizzando l’altra galleria accanto creando due corsie o si poteva deviare il traffico sulla provinciale Siculiana – Montallegro” ha scritto il blogger Giuseppe Cinquemani su www.paesemontallegro.altervista.org.

Il video Pubblicato su Facebook da Alessio Maio

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, Anas e Carabinieri per consentire il ritorno alla normalità.

Ancora un altro crollo, ancora altri disagi per i cittadini siciliani”. Questo il commento a caldo del deputato regionale M5S Matteo Mangiacavallo, a seguito del cedimento, avvenuto ieri sera, di parte del rivestimento in cemento sulla galleria della SS 115, compresa tra Siculiana ed il bivio di Cattolica Eraclea. Il parlamentare Cinquestelle che ha già presentato un atto parlamentare ispettivo urgente, interroga così il governo regionale: “Bisogna intervenire immediatamente, l’opera va ripristinata subito, così da non causare altri rallentamenti alla viabilità di una regione, e di una strada statale in particolare, la 115, già al collasso” come prontamente pubblicato sul sito sicilia5stelle.

La galleria di Siculiana e l’intera SS 115 sono già state oggetto di un esposto presentato alla Procura dagli stessi Cinquestelle. Sono più di trentanni che si cerca di dare voce alle proteste di chi percorre questa strada statale e che vive quotidianamente grandi disagi, basti pensare che, dal 1980 ad oggi, sono stati presentati circa quattromila atti parlamentari per la messa in sicurezza di una strada che è tuttora lasciata all’incuria e all’abbandono. 

Commenti

commenti

Viviana Mannoia



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento