Crisi

Amt, i sindacati: “Fiduciosi dopo rassicurazioni dell’Amministrazione”

Amt
9 mar 2017 - 19:20

CATANIA - Si stringono notevolmente i tempi per quanto riguarda le sorti dell’Amt. Il Comune di Catania, infatti, ha a disposizione meno di dieci giorni di tempo per decidere quale atteggiamento assumere nei confronti della partecipata cittadina.

Il Comune è stato “messo alle strette” dalla società “Colocoop” che, mercoledì scorso, ha notificato all’amministrazione il pignoramento delle somme che l’ente deve ancora saldare all’azienda di trasporti cittadina. Si tratta di un contenzioso di circa un milione e trecentomila euro.

In merito a questa vicenda i rappresentanti dei sindacati Faisa-Cisal e Fast-Confsal si sono detti comunque fiduciosi: “In merito all’eventuale procedura fallimentare che potrebbe scattare, teniamo a puntualizzare che nella riunione di ieri tenutasi in Prefettura, abbiamo avuto piena rassicurazione da parte dei rappresentanti dell’Amministrazione Comunale, Vice Sindaco Consoli e Assessore al Bilancio Andò che nulla di tutto ciò mai potrebbe accadere”.

Ribadiamo ancora una volta – hanno continuato – che il risanamento dell’azienda di Trasporto pubblico del Comune di Catania e con esso l’efficienza del servizio stesso sono due obiettivi che tutte le forze sociali, l’amministrazione guidata dal Sindaco Bianco e la politica locale e Regionale abbiamo il dovere di raggiungere, tramite l’immediato avvio di un articolato processo di risanamento aziendale, anche se può rivelarsi da subito arduo e non privo di ostacoli”.

“Come è ovvio che sia, ciò richiede una fase di analisi e studio e un tempo di attuazione coerente con la sua complessità e successivamente come avvenuto in altri casi analoghi, con delibera del consiglio comunale, altre amministrazioni, hanno varato - concludono i sindacati –  il Piano di rilancio aziendale finanziato“.

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA