Cerimonia

Corone d’alloro in memoria della strage di Ciaculli

strage di ciaculli
30 giu 2016 - 18:58

PALERMO – In memoria dei caduti nella strage di Ciaculli, oggi sono state deposte corone d’alloro al cippo eretto nella contrada dell’eccidio.

Il 30 giugno 1963 infatti, nel corso della prima guerra di mafia della Sicilia del dopoguerra, un’Alfa Giulietta imbottita di tritolo, parcheggiata vicino all’abitazione di un parente del boss mafioso Salvatore Greco, esplose provocando la morte di sette uomini delle forze dell’ordine: il tenente dei carabinieri Mario Malausa, i marescialli Silvio Corrao e Calogero Vaccaro, gli appuntati Eugenio Altomare e Marino Fardelli, il maresciallo dell’esercito Pasquale Nuccio, il soldato Giorgio Ciacci.

Alla cerimonia hanno partecipato il presidente dell’Assemblea regionale siciliana Giovanni Ardizzone, il prefetto di Palermo Antonella De Miro, l’assessore all’ambiente di Palermo Sergio Marino, il comandante interregionale carabinieri “Culqualber”, generale di corpo d’armata Silvio Ghiselli, il comandante del comando militare autonomo della Sicilia generale di divisione Alessandro Veltri, il comandante della legione carabinieri “Sicilia” generale di brigata Riccardo Galletta, il comandante del comando provinciale carabinieri di Palermo colonnello Giuseppe De Riggi, il questore di Palermo Guido Longo e il sindaco di Villabate Vincenzo Oliveri.

Daniela Torrisi



© RIPRODUZIONE RISERVATA