Ispezioni

Controlli a tappeto tra Canalicchio e Barriera: irregolarità, sanzioni e sequestri

polizia
17 nov 2016 - 11:19

CATANIA - Nella giornata di ieri, personale del Commissariato Borgo-Ognina, insieme al personale della Polizia Provinciale e della Polizia Locale, ha proceduto al controllo di alcune attività commerciali nei quartieri di Canalicchio e Barriera.

I controlli sono stati estesi anche a diverse officine meccaniche, elettrauto e carrozzerie.

L’autocarrozzeria di P.D., di via Pietro Novelli è risultata in regola sia con le autorizzazioni comunali, sia con le prescrizioni relative ai rifiuti speciali.

A seguire, sono state controllate l’autofficina di U.D., l’autofficina di M.S. sempre in via Pietro Novelli, l’elettrauto di P.C. di via del Bosco e l’autofficina di G.F. di via Antonio Cecchi, tutti contravvenzionati con la sanzione di 1.032 euro per la mancata presentazione della SCIA (segnalazione certificata di inizio attività).

È stata elevata sanzione per 118,30 euro a carico di un bar di via Torino per abusiva occupazione del suolo pubblico con conseguente sequestro di tavoli, sedie e vasi.

Infine, è stato controllato un autolavaggio in via Marco Polo, risultante perfettamente a norma con le prescrizioni relative alle autorizzazioni comunali ed ambientali.

Il personale del Commissariato “S. Cristoforo” ha controllato, inoltre, una panineria di via Di Giacomo. Nel corso dell’ispezione, gli agenti hanno notato uno strano oggetto posto sopra il contatore Enel e hanno deciso di fare intervenire sul posto personale tecnico.

All’esito dell’accertamento, l’oggetto si è rivelato essere un magnete che consentiva l’alterazione della lettura del contatore, con una riduzione dei valori del 93% circa. 

Il titolare dell’esercizio S.S. di anni 33 è stato deferito alla competente Autorità Giudiziaria per il reato di furto aggravato.

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA