Crisi

Amt, contributi non versati e numero ridotto di vetture: “Strategia inutile”

Amt catania autobus
28 lug 2016 - 18:56

CATANIA - Crediti non pagati da parte di Regione e Comune e conseguente crisi economica. A rendere ancora più evidente il collasso dell’Azienda Metropolitana Trasporti, poi, ci pensano anche i numeri delle vetture in circolo.

Se a giugno del 2015 ne giravano tra le 115 e le 130 al giorno, quest’anno sono appena 80 i mezzi messi a disposizione dei cittadini. Il tutto, ovviamente, a discapito dell’efficienza del servizio, nonostante l’apparente risparmio economico su diesel e metano.

Un’osservazione su cui si sono soffermate la Filt Cgil e e la Fit Cisl, che lamentano non solo il disservizio, ma anche il tentativo di risparmiare e far fronte alle difficoltà economiche sulla pelle dei lavoratori: “Il mancato pagamento del lavoro straordinario si rivolterà contro. Questo per la mancanza di accordi e di incontri richiesti con il Comune. Ci risulta che per il 2015 e il 2016 non è ancora stato versato alcun contributo per il contratto di servizio, portando in questo modo l’azienda, che già si trovava in serie difficoltà finanziario – economiche, all’impossibilità di non rispettare più i propri impegni (emolumenti, fondo previdenza, Inps, conto terzi)”.

 

Andrea Lo Giudice



© RIPRODUZIONE RISERVATA