Codacons

Contratti falsi, denunciata Enel Energia

CODACONS-LOGO-QUAD
21 nov 2015 - 18:56

CATANIA - Numerose sono state le segnalazione che hanno portato il Codacons a denunciare, alla Procura della Repubblica di Catania, la società Enel Energia, per dei contratti sulla fornitura di energia elettrica contenenti false sottoscrizioni, ipotizzando quindi reati di truffa, falso in scrittura privata ed uso di atto falso.

A renderlo noto è l’avvocato Carmelo Sardella, a causa, come già detto, di varie segnalazioni; in particolare un utente, dopo essersi ritrovato con la corrente elettrica tagliata, e dopo aver chiamato l’Enel Servizio Elettrico, per cercare di capire cosa fosse successo, scopre di non essere più cliente di “Enel Servio Elettrico” (mercato tutelato) ma di essere passato alla società “Enel Energia”. A sua insaputa.

Ottenuta la copia del contratto, grazie all’aiuto di Codacons, si viene a sapere che tutte le firme apposte erano false, così come falsi risultavano i recapiti indicati. Come se non bastasse i servizi aggiuntivi e promozioni indicati nel contratto non erano mai stati richiesti.

Follia pure questa, che Francesco Tanasi, segretario nazionale Codacons, spiega dicendo che “per stipulare un contratto sono sufficienti pochi dati: questo favorisce i sub-agenti disonesti, attratti dagli incentivi alla produzione. La prima regola precauzionale quindi è quella di non rilasciare in maniera superficiale i propri dati, neppure online. Peraltro il cosiddetto codice ‘pod’ (ovvero il punto di prelievo dell’energia dalla rete elettrica nazionale), personale e visualizzabile sulla bolletta dell’energia elettrica, si ricava facilmente aggiungendo ‘IT00′ al ‘numero del cliente’, che si ottiene schiacciando un tasto sul contatore“. 

Ecco spiegato perché bisogna far attenzione a non consentire un facile accesso ai contatori da parte di estranei.

Per assistere i cittadini vittime di truffe, quindi, il Codacons ha attivato lo Sportello ” SOS TRUFFE” in via MUSUMECI 171 Catania, aperto dal lunedì al venerdì dalle 16 alle ore 18.00.

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento