Tragedia

Continuano le operazioni di Augusta 2016: estratti 217 corpi

Augusta 2016
7 lug 2016 - 13:24

AUGUSTA -  Ben 217 i corpi estratti dai Vigili del Fuoco dal barcone carico di migranti che naufragando il 18 aprile 2015 nel canale di Sicilia diede vita alla peggiore tragedia del Mediterraneo

L’imbarcazione è stata recuperata la settimana scorsa nell’ambito di un’operazione disposta dalla presidenza del consiglio dei ministri e coordinata dal ministero della Difesa attraverso la marina militare, operazione da cui però sono nate diverse polemiche, che hanno chiamato in causa personaggi di spicco della politica italiana, come il senatore Carlo Giovanardi.

Le autopsie eseguite sono state 52 e sono anche iniziate le perizie giudiziarie da parte della Polizia Scientifica di Catania coordinata dalla procura distrettuale di Catania.

L’operazione avviene nella tensostruttura refrigerata realizzata nel comprensorio Marina Militare di Melilli dove il relitto è stato potato lo scorso 5 luglio.

Sono circa 150 le persone coinvolte tra personale della Marina Militare, del Corpo Militare della Croce Rossa Italiana, dei Vigili del Fuoco, delle infermiere volontarie della Croce Rossa e dei team universitari guidati dalla professoressa Cristina Cattaneo del Laboratorio di Antropologia e Odontologia Forense.  L’assistenza sanitaria è costantemente assicurata dalla Marina Militare attraverso un Posto Medico Avanzato ed un consultorio psicologico.

Omar Qasem



© RIPRODUZIONE RISERVATA