Lavoro

Consorzi di bonifica: sit in della Flai Cgil davanti all’ex palazzo ESA

sindacati
16 feb 2017 - 18:49

CATANIA - Sit in questa mattina da parte della F.L.A.I. C.G.I.L. davanti all’ex palazzo ESA per sollecitare l’immediato avvio del lavoro del personale stagionale dei consorzi di bonifica.

Il principale obiettivo è quello di poter effettuare tutti i lavori di manutenzione pertinenti i canali di scolo che eviterebbero così il dissesto idrogeologico in caso di calamità naturali. Oltre a questo anche i lavori propedeutici alla campagna irrigua 2017.

La richiesta del sindacato è quella di avviare i P.O.V., Piani di organizzazione variabile, in seno alla riforma dei consorzi.

“Per quanto riguarda il futuro dei lavoratori – spiega il segretario generale della Flai Cgil, Pino Mandràchiediamo che i cinquantunisti (coloro che hanno un contratto di lavoro che assicura almeno 51 giorni di lavoro all’anno) diventino centunisti, che questi ultimi diventino centocinquantunisti, e che i lavoratori dai 151 giorni garantiti vengano finalmente stabilizzati. La Flai Cgil chiede infine al Governo Nazionale che i lavoratori della bonifica, in quanto lavoratori usurati, cioè coloro che svolgono lavori pesanti, faticosi o notturni, siano inclusi nel Ape Sociale e possano andare in pensione anticipatamente senza penalità. Chiediamo il ripristino del contributo del 95 % da parte della Regione”.

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA