Illegalità

Conservava oltre 800 beni archeologici in casa: scatta il sequestro

Beni archeologici
13 apr 2015 - 12:11

COMISO – Monete, anche provenienti da scavi clandestini, pesi commerciali, lucerne e piatti in terracotta, anfore, statue vasi e portalumi, tutto nella sua abitazione: un collezionista accusato di ricettazione e di illecito impossessamento di beni appartenenti allo Stato.

La guardia di Finanza ha rinvenuto e sequestrato la collezione composta da beni di varie epoche. Il tutto era esposto nelle diverse stanze della casa. In tutto 837 pezzi di presumibile interesse archeologico, culturale e storico-artistico, dei quali i militari hanno richiesto la provenienza o il titolo di acquisto.

L’uomo non ha saputo esibire alcuna documentazione in grado di giustificare l’acquisto ovvero la detenzione degli stessi, facendo pertanto scattare il vincolo del sequestro. 

Commenti

commenti

Alessandra Modica



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento