Cerimonia

Consegnata la candelora d’oro a Fabrizio Pulvirenti il medico guarito dall’ebola

Fabrizio Pulvirenti
2 feb 2015 - 10:32

CATANIA – Consegnata ieri nella corte di palazzo degli Elefanti a Catania il premio ”Candelora d’oro” a Fabrizio Pulvirenti, il medico di Emergenzy che in Africa ha contratto il virus dell’ebola e ne è guarito dopo le cure all’ospedale Spallanzani di Roma.

”Ho intenzione di tornare in Sierra Leone, appena starò meglio”, ha detto Pulvirenti, catanese ma in servizio come infettivologo nell’ospedale di Enna. La sua città ha voluto rendergli omaggio con l’onoreficenza associata alla festa della patrona, Sant’Agata.

”Tutti abbiamo pregato Sant’Agata per la sua salute”, ha detto l’arcivescovo, monsignor Gristina.

“Colpisce molto il fatto che i malati di Ebola saranno curati con il sangue del dottor Pulvirenti, ricco di anticorpi efficaci contro il virus secondo un principio simile a quello dei vaccini” con queste parole il sindaco di Catania, Enzo Bianco ha consegnato la Candelora d’oro.

“Con Fabrizio Pulvirenti – ha sottolineato Bianco, che ha aperto la cerimonia formulando gli auguri di buon lavoro per il presidente della Repubblica Sergio Mattarella – premiamo anche tutti i volontari a partire da quelli di Emergency, fondata da Gino Strada e presieduta dalla figlia Cecilia. Quando Pulvirenti si ammalò tutta l’Italia si interessò alle sue condizioni, ma il nostro concittadino ha sottolineato come, se avesse avuto la pelle nera, sarebbe morto nell’indifferenza generale. Ha ragione: non ci si può voltare dall’altra parte. Pulvirenti ha detto di non considerarsi un eroe ma un soldato ferito in battaglia. E proprio questa modestia ce lo fa considerare tra le eccellenze italiane, come sottolineato dal presidente Napolitano nel suo discorso di fine d’anno. Con il suo impegno, insomma, Fabrizio Pulvirenti è diventato un alfiere della migliore sicilianità, offrendo al mondo un’immagine assai positiva della nostra terra e della nostra Città”.

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli Correlati

Lascia un Commento