Criminalità

Conflitto a fuoco sulla tangenziale di Catania per una rapina: un morto, un ferito e un arrestato

poliziotti di spalle
28 gen 2015 - 07:40

CATANIA – Un rapinatore è morto e un altro, di 15 anni, è rimasto ferito in una sparatoria che si è consumata ieri sera, intorno alle 23, all’interno di un’area di servizio a Catania.

Un commando armato stava infatti rapinando una tabaccheria di un distributore di benzina sulla tangenziale ovest ma subito dopo ha dovuto fare i conti con una pattuglia del servizio scorte della polizia di Stato.

È iniziato uno scontro a fuoco e due dei quattro rapinatori sono rimasti feriti gravemente: Francesco D’Arrigo è morto per dissanguamento subito dopo essere stato ricoverato all’ospedale Vittorio Emanuele, infatti il colpo di pistola alle gambe gli ha reciso un’arteria mentre il quindicenne, che è grave avendo riportato una ferita alla testa, è stato sottoposto a un delicato intervento chirurgico al Policlinico.

Il terzo rapinatore, Samuele Consoli, di 21 anni, è stato bloccato e arrestato e proprio lui ieri sera non doveva essere in giro, infatti è ai domiciliari.

Adesso si cerca il quarto complice che è stato l’unico che è riuscito a fuggire a bordo di una Opel Corsa che è stata ritrovata poco dopo l’area di servizio. La Procura ha già aperto un’inchiesta e le indagini della polizia sono in corso.

Sul posto gli agenti hanno trovato due pistole che, una volta analizzate dalla scientifica, potrebbero svelare le impronte digitali dei banditi che, secondo gli investigatori, sarebbero gli autori di un’altra rapina commessa alcuni istanti prima dell’incursione nella tabaccheria del distributore.

Ecco come la notizia è stata trattata nel servizio di Andrea Lo Giudice e Guido Messina trasmesso dai tg di VideoMediterraneo:

 

Commenti

commenti

Giorgia Mosca



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento