Festeggiamenti

Concluse ad Aci Trezza celebrazioni del martirio di San Giovanni Battista

celebrazione martirio san giovanni battista 2015.1
30 ago 2015 - 17:40

ACI TREZZA - È stata una giornata di festa quella che ieri, sabato 29 agosto 2015, il borgo marinaro di Aci Trezza ha vissuto intensamente per ricordare il martirio del patrono San Giovanni Battista. Sin dalle prime ore del mattino la chiesa madre è stata meta di un continuo via vai di fedeli, che hanno avuto modo di pregare dinnanzi al simulacro di San Giovanni esposto sull’altare maggiore e partecipare alla Santa Messa delle 8. Per tutta la giornata poi è proseguito ininterrotto l’afflusso dei devoti, ma anche di numerosi turisti (che quest’anno hanno particolarmente affollato le strade del paese dei “Malavoglia”), che hanno così potuto ammirare, con grande e gradita sorpresa, l’antica statua lignea del Battista. In serata, poi, il parroco don Giovanni Mammino ha presieduto la solenne e suggestiva celebrazione eucaristica, sul sagrato della chiesa dove è stato collocato il simulacro del patrono, animata dalla corale parrocchiale “Te Deum laudamus” e con la presenza della Commissione per i festeggiamenti.

A conclusione della Messa è stata poi presentata ufficialmente la formazione della Commissione stessa in vista della festa del 2016 che è composta dal presidente don Giovanni Mammino, dal governatore Giovanni Valastro, dal segretario Giuseppe Buzzurro, dal tesoriere Giovanni Greco, dai membri onorari Sebastiano Conti, Mario D’Ambra e Salvatore Fichera, nonchè dai componenti Giovanni Belfiore, Davide Bonaccorso, Alfio Castorina, Giuseppe Castorina, Luciano Conti, Orazio Conti, Salvatore Conti, Salvatore D’Ambra, Mario Finocchiaro, Antonino Grasso, Carmelo Nastasi, Ignazio Patanè, Giuseppe Privitera, Giuseppe Valastro, Rosario Valastro, Raimondo Vitello, e dal membro associato Mario Valastro.

E prima del rientro in chiesa del simulacro di San Giovanni Battista, con la reposizione sull’altare maggiore, non sono mancati i tradizionali fuochi d’artificio curati come sempre dalla ditta “Vaccalluzzo” di Belpasso con l’arrivederci al santo patrono per l’edizione 2016 dei festeggiamenti.

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento