Legalità

Commissione Antimafia a Messina: Accorinti ascoltato per due ore

Un momento dell'audizione
13 lug 2016 - 16:31

MESSINA - Ascoltato questa mattina dalla Commissione Regionale Antimafia il sindaco di Messina, Renato Accorinti.

Il primo cittadino è stato ascoltato per circa due ore su alcuni argomenti spinosi, quali quello riguardante la partecipata Messina Ambiente: “Abbiamo dato un occhio di riguardo ai rapporti con la società – ha spiegato il presidente della Commissione, Nello Musumeci – e ai difficili rapporti con la prefettura di Messina, al fenomeno dell’abusivismo negli alloggi popolari, alla sorveglianza sui lavori pubblici e alla mancata adozione di alcuni regolamenti comunali”.

La città dello Stretto, infatti, presenta un forte tasso di illegalità, non riconducibile solo ed esclusivamente alle organizzazioni mafiose: “Ci siamo resi conto – prosegue Musumeci – che c’è una forte presenza di clan che si contendono il controllo di vaste aree del territorio, soprattutto in periferia. Non a caso, ha destato molto scalpore quanto accaduto al comandante della polizia lo scorso anno in occasione della festa della Vara”.

Questo a causa di una politica che da circa un decennio dimostra di non riuscire a contrastare adeguatamente la malavita.

Andrea Lo Giudice



© RIPRODUZIONE RISERVATA