Arresti

Comiso, appiccano fuoco in Comune per distruggere cartella fiscale

Alfa_Romeo_159_-_Polizia_di_Stato_(5892107417)
19 set 2016 - 10:16

COMISO - È la vigilia di Natale 2015 e due uomini entrano in un ufficio del Comune di Comiso per appiccare il fuoco in modo da distruggere una cartella fiscale di otto mila euro, che un loro parente avrebbe dovuto pagare. Per questa ragione, adesso, sono stati arrestati.

Parliamo di quanto hanno fatto Carmelo Ricca, di 48 anni, e a Michele Mario Sidoti, di 60, che sono stati arrestati  dalla Polizia di Stato in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip su richiesta della Procura di Ragusa.

C’è voluto più di un anno di indagini da parte della squadra mobile, della Digos e del commissariato di Comiso,  per capire come fosse andata quella sera.

In sostanza Ricca avrebbe sfondato alcune porte dell’ufficio comunale e, mentre il complice lo attendeva in auto, avrebbe cosparso di benzina i le stanze dell’ufficio notifiche e appiccato il fuoco.

L’incendio si è esteso ad altri locali ed è stato spento dai vigili del fuoco. 

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA