Antiracket

Colpo alla malavita palermitana, AddioPizzo: “Alcuni avevano denunciato. È tempo di riscatto”

addiopizzo
16 dic 2015 - 11:02

PALERMO - Estorsione e mafia: una piaga sociale della Sicilia che viene combattuta giorno dopo giorno. 

A farlo non sono solo le forze dell’ordine, ma anche le associazioni e coloro che denunciano i torti subiti dalla malavita. 

L’ultimo duro colpo è stato inferto questa mattina in seguito all’intervento dei carabinieri, che hanno arrestato diversi elementi, tra cui anche boss, facenti parte della cosca di “Porta Nuova” e “Bagheria”.

Un’azione che ha dato fiato a molti commercianti, alcuni dei quali complici di denuncia e che hanno fatto le loro segnalazioni anche ad AddioPizzo.

E proprio l’associazione si è espressa in merito all’intervento dei militari: “Da tempo molti esercenti ci mostravano la loro insofferenza, specialmente quelli del quartiere di Borgo Vecchio. L’estorsione è diventata veramente insostenibile in questi tempi di crisi e, forse, anche questo ha contribuito a convincere molte persone a denunciare e collaborare. A questo punto è il caso di dire “adesso o mai più” e continuare a diffondere il sistema delle denunce”.

Andrea Lo Giudice



© RIPRODUZIONE RISERVATA