Gioco d'azzardo

Collegavano “totem” a piattaforme illegali: segnalati tre commercianti messinesi

Guardia di finanza
9 apr 2016 - 10:38

MESSINA – I dati parlano chiaro. Negli ultimi anni le persone affette da ludopatia non fanno che aumentare a favore di un mercato, spesso neanche autorizzato, che lucra sulle disgrazie altrui. E a mettere su delle piccole sale giochi sono ormai in tantissimi. 

Come i gestori di alcune attività commerciali di Venetico, Pace del Mela e Santa Lucia del Mela che avevano installato all’interno dei propri esercizi, i così detti “totem“. Niente di strano, se non fosse che durante un controllo effettuato dagli uomini della Guardia di finanza è emerso che questi videogiochi erano collegati via internet a diverse piattaforme dedite al gioco d’azzardo

Questa modalità consentiva ai clienti di giocare su piattaforme prive di qualsiasi titolo di concessione o di autorizzazione rilasciata dalle autorità competenti.

Al termine dell’intervento le fiamme gialle hanno posto sotto sequestro quattro “totem” e altri due videogiochi illegali, segnalando i tre gestori degli esercizi pubblici controllati e i proprietari dei giochi installati. 

Nel complesso, sono state contestate violazioni di carattere amministrativo che prevedono
sanzioni per oltre 60.000 euro.

Santi Liggieri



© RIPRODUZIONE RISERVATA