Aggressione

“Codice giallo” alla madre, troppa attesa al Pronto Soccorso: prende a pugni il medico

Fonte immagine: Messina Web Tv
Fonte immagine: Messina Web Tv
10 feb 2017 - 07:51

CATANIA - Ha accompagno la madre che non stava tanto bene, è arrivato al Pronto Soccorso dell’ospedale Garibaldi di Catania e lì ha atteso il suo turno con codice “giallo” che i medici gli avevano rilasciato. L’attesa era troppa, per il 48enne, così ha deciso di lamentarsi con il medico in servizio per poi prenderlo a pugni. 

L’ennesimo caso di violenza negli ospedali catanesi. L’uomo è stato bloccato, poco dopo, dalla Polizia e condotto in Questura dove, in queste ore, sono state effettuate le formalità di rito e gli adempimenti del caso. 

C’è da dire che il tempestivo intervento degli agenti è stato possibile grazie al dispositivo di sicurezza disposto in tutti i presidi di Pronto Soccorso e degli Ospedali che con una linea dedicata ed esclusiva richiede l’ausilio di una Volante. 

Il direttore generale, Giorgio Santonocito nel ringraziare la vigilanza per “l’impeccabile e tempestivo intervento”, nonché il medico protagonista, “certamente fra i solleciti e cortesi nei confronti dell’utenza”, e si dichiara “indignato per il diffondersi di un malcostume che riporta a una specifica sottocultura di prepotenza e arroganza, oltre che a fenomeni emulativi di gratuita violenza”.

Comments

comments

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA