Esercitazione

Cittadella universitaria: prove di evacuazione ed emergenza sismica

cittadella universitaria
30 mag 2016 - 18:24

CATANIA – Si svolgeranno domani, martedì 31 maggio, a partire dalle 10, le prove di evacuazione generale per emergenza sismica nell’area della Cittadella universitaria.

L’obiettivo della prova è quello di preparare adeguatamente studenti, docenti, personale e anche i visitatori ad affrontare un’eventuale emergenza sismica, riuscendo così a limitare i danni a cose e persone.

Dall’altra parte, gli esiti della prova verranno utilizzati per aggiornare i piani di emergenza dell’intero comprensorio e di ogni singolo edificio.

L’esercitazione, della durata di due ore, riguarderà i seguenti edifici universitari: edificio 1, dipartimenti di Scienze chimiche e di Scienze del Farmaco; edificio 2, dipartimenti di Scienze del Farmaco e di Scienze biomediche e biotecnologiche; edificio 3, dipartimenti di Ingegneria elettrica, elettronica e informatica e di Ingegneria civile e Architettura; edificio 4, dipartimento di Ingegneria civile e Architettura; edificio 5, dipartimento di Matematica e Informatica; edificio 6, dipartimento di Fisica e Astronomia; edificio 10, dipartimenti di Ingegneria civile e Architettura e di Fisica e Astronomia; edificio 13, dipartimenti di Ingegneria civile e Architettura e di Ingegneria elettrica, elettronica e informatica; edificio 14, struttura della didattica di Ingegneria. 

A partire dall’ora prestabilita, le squadre costituite da dipendenti dell’Università e della Protezione Civile, daranno un segnale specifico di “start” nei diversi edifici.

Tutte le persone, a quel punto, dovranno lasciare il proprio posto di lavoro e le relative mansioni e, attraverso le vie di uscita debitamente segnalate, dovranno abbandonare ordinatamente gli edifici per raggiungere l’area di raccolta esterna più vicina.

Si dovrà stare in questi luoghi prefissati finché il personale incaricato non fornirà altre indicazioni per il proseguimento e la conclusione dell’esercitazione.

Per agevolare il corretto svolgimento della prova, dalle 9:30 alle 12:30, rimarranno chiusi i varchi di accesso e uscita da via Santa Sofia e via Passo Gravina. Nello stesso arco di tempo verranno quindi inibiti l’ingresso e l’uscita dai parcheggi interni, per tutti i veicoli, eccetto mezzi di soccorso e veicoli dell’organizzazione.

Daniela Torrisi



© RIPRODUZIONE RISERVATA