Trasporti

Circumetnea, domani presentazione dei nuovi treni “Vulcano”

treno
18 dic 2015 - 17:04

CATANIA – “C’è un nuovo Vulcano attorno all’Etna, in arrivo sui binari della Ferrovia Circumetnea“.

In che senso? Per capire a fondo il perché di questa frase basta farsi trovare domani, sabato 19 dicembre alle 9,30 alla stazione FCE Catania-Borgo (in via Caronda 352/A) dove i nuovi treni NEWAG modello, per l’appunto, Vulcano, saranno presentati ai catanesi. 

Sono treni nuovi, confortevoli, che saranno impegnati nel tragitto che 120 anni fa segnava l’inizio della storia della Ferrovia Circumetneasottolinea il gestore e direttore generale del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, Virginio DI Giambattista - era, infatti, il 1895 quando fu inaugurato il primo tratto di linea: Catania Borgo-Adernò (oggi Adrano). Grazie alla collaborazione con la Regione Siciliana, utilizzando i fondi comunitari altre tre unità di trazione verranno consegnate l’anno prossimo così da sostituire ed integrare progressivamente le vetture attualmente operative che hanno una età media di 45 anni”.

Virginio Di Giambattista

Oltre a DI Gimbattista interverranno anche  il direttore generale FCE Alessandro Di Graziano, l’assessore regionale ai Trasporti Giovanni Pistorio ed il sindaco Enzo Bianco, il tutto alla presenza delle autorità civili, militari e di tutti i sindaci dei comuni interessati dal tragitto della Ferrovia. Inoltre l’arcivescovo di Catania, Monsignor Salvatore Gristina, benedirà i nuovi treni.

Va ricordato che FCE è impegnata nella difficile missione di sviluppo della metropolitana ed in un più generale programma di riqualificazione della propria linea extraurbana. Lo scorso luglio è stato infatti inaugurato il completamento della tratta Adrano-Biancavilla-Paternò. Oggi invece si festeggia l’arrivo di quattro unità di trazione che la Società Newag ha realizzato in esecuzione di un primo contratto applicativo all’interno di un più ampio Accordo Quadro relativo a 10 Unità di Trazione.

Si è espresso in merito anche Alessandro Di Graziano: “L’obiettivo è mirare con maggiore forza ad una frequenza e puntualità del servizio come imprescindibili indicatori di attrazione per gli utenti. La linea ferroviaria della Circum può assumere un ruolo decisivo sulle abitudini di spostamento di tantissime persone, disegnando già dall’anno prossimo uno scenario di scambio con la metropolitana nei pressi della stazione di Nesima che permetterà con comfort, sicurezza e puntualità di arrivare da numerosi paesi etnei fino al centro di Catania”.

Alessandro Di Graziano

L’occasione verrà celebrata anche da Poste Italiane che disporrà un annullo filatelico per celebrare il 120esimo compleanno di Ferrovia Circumetnea.

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA