Lavori

Cimitero di Viagrande: assegnati 112 loculi e a breve il bando per altri 224

cimitero-viagrande
27 ott 2016 - 17:12

VIAGRANDE -È in fase di ultimazione il bando per la realizzazione di 224 loculi nell’area nuova del cimitero. A breve con gli uffici competenti completeremo l’iter, così da arrivare alla pubblicazione prima possibile”. Con queste parole il sindaco di Viagrande Francesco Leonardi anticipa le novità riguardanti l’area del cimitero del piccolo comune etneo.

Il progetto esecutivo è stato approvato, in quanto sono stati già acquisiti i relativi visti ed il bando avrà una base d’asta di circa 340.000 euro. A favorire questa procedura l’assegnazione d’uso per 99 anni dei primi 112 loculi cimiteriali con applicazione delle tariffe e osservando i dettami previsti dal bando pubblicato nei mesi scorsi. Intanto in occasione della commemorazione dei defunti sono in corso piccoli interventi di verniciatura di cancelli e passamano ed il ripristino di alcune facciate.

Il vice sindaco con delega ai servizi cimiteriali Mauro Licciardello: “Con i fondi incassati per l’assegnazione dei 112 loculi finanzieremo parte dei lavori per la costruzione del nuovo blocco ad est del nuovo cimitero. Intanto nei giorni scorsi abbiamo provveduto per la prima volta all’apertura provvisoria dei servizi igienici allocati nella nuova area del cimitero e sino ad ora rimasti chiusi”. 

Conclude il sindaco: “Nel momento in cui quest’amministrazione si è insediata al cimitero abbiamo trovato una situazione di piena emergenza, in quanto non vi erano loculi sufficienti alle esigenze della nostra comunità e siamo stati costretti a requisirne alcuni in concessione a privati per dare ospitalità ai defunti. Alla luce della nuova disponibilità, con l’apertura di 140 loculi nel 2015, abbiamo dato degna sepoltura, su richiesta della Prefettura di Catania, ad un migrante deceduto nei recenti sbarchi. Con la pubblicazione del bando per il secondo blocco il fabbisogno per i prossimi 4 anni è garantito e adesso potremo apportare al cimitero le migliorie necessarie a renderlo più fruibile e funzionale”.  

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA