Controlli

Cibo in cattive condizioni: oltre 12 tonnellate di pesce sequestrato

IMG-20170428-WA0012
24 giu 2017 - 12:32

CATANIA - Al fine di contrastare il consumo di prodotti ittici pescati e commercializzati illegalmente, la Guardia Costiera ha aumentato i controlli su tutta la filiera ittica, dal mare ai principali mercati ittici, fino alla tavola dei consumatori.

Tra le attività di rilievo nell’area catanese sono da menzionare i controlli effettuati dall’Ufficio Circondariale marittimo di Riposto in una ditta di distribuzione di prodotti ittici di Acireale, che deteneva e commercializzava prodotti ittici in cattivo stato di conservazione. Inoltre, la buona parte di questi si trovavano oltre il termine minimo di conservazione e si presentavano in evidente stato di alterazione.

Il totale complessivo di prodotti sequestrati è di 12.500 chili allo stato congelato, in violazione dall’articolo 5 lettera b della legge 30.04.1962 n° 283.

I prodotti ittici sequestrati sono stati sottoposti al controllo del servizio veterinario dell’ASP che ne ha dichiarato la non idoneità al consumo umano. Il titolare è stato quindi deferito all’Autorità giudiziaria e il prodotto è stato distrutto.

Sono stati fatti, inoltre, numerosi controlli, per il contrasto all’utilizzo delle reti derivanti del tipo illegale presso diversi sorgitori e l’Ufficio circondariale marittimo di Sant’Agata di Militello ha sequestrato un attrezzo da pesca in violazione al D.D. 28.07.2016.

Più precisamente, si trattava di uno spezzone di circa 800 mt. di rete a circuizione detenuto a bordo di una unità da pesca oltre il limite consentito (3 spezzoni).

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA