Aggressione

Chiede soldi ai genitori, loro si oppongono e lui li picchia: 45enne ai domiciliari

violenza-anziani
30 giu 2017 - 18:51

ENNA – Un uomo, C.S., 45 anni, nativo di Enna ma residente a Catania, pluripregiudicato per reati contro la persona e contro il patrimonio, già destinatario del divieto di dimora a Enna per fatti di stalking, si presenta, per l’ennesima volta, a casa dei familiari a Enna, pretendendo di ricevere altri soldi oltre a tutti quelli ricevuti, con minaccia e violenza, negli ultimi mesi.

Stavolta, però, gli anziani genitori si oppongono, esausti per una situazione diventata ormai insostenibile. Lui li aggredisce brutalmente ma la madre riesce a fuggire e, trovando il coraggio di chiedere soccorso alle forze dell’ordine, chiama il 113. Così arriva la volante della polizia, che rincorre l’uomo mentre tenta una fuga rocambolesca e, prontamente, lo blocca. A quel punto i genitori, con grande dolore, discutono circa la volontà di sporgere denuncia contro il figlio.

Il padre non ha la forza ma la madre, decisa una volta per tutte a far cessare questa situazione angosciante, si reca in questura e, al fine di tentare di trovare una soluzione per il ravvedimento del figlio, decide di esprimere tutta la sofferenza, la paura ogni volta che sentivano suonare al campanello della porta, il sentimento di costrizione nel consegnare immancabilmente grosse somme di denaro al figlio che ha perso la strada per la retta via, le numerose botte e i momenti di delirio in cui lo stesso andava in escandescenza distruggendo tutta la casa.

Allora, una volta riaccompagnati a casa i genitori, gli agenti portano il soggetto in questura e lo pongono agli arresti domiciliari per estorsione, lesioni e resistenza a pubblico ufficiale. 

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA