Mafia

“Cemento del Golfo” atto 2, si indaga su pressioni su sindaco e amministratori

Firma documenti documento carte
30 mar 2016 - 17:30

CASTELLAMMARE DEL GOLFO - “Cemento del Golfo” non finisce qui: le indagini proseguiranno per capire fino a che punto possano esserci state pressioni su tecnici e amministratori comunali.

Tra questi, nelle carte della procura, ci sarebbero Giovanbattista Impellizzeri, ingegnere capo del settore urbanistica, Marcello Cascio, geometra e tecnico comunale, e Nicolò Coppola, sindaco del Comune.

I loro nomi comparirebbero in alcune conversazioni intercettate, come quella tra Vito Badalucco e Mariano Saracino, nuovo capomafia del paese, in cui si fa riferimento all’ingegnere Impellizzeri e al geometra Cascio. Così come in altre, dove si parla chiaramente del primo cittadino di Castellammare.

Quanto ci sia di vero saranno le indagini e dirlo.

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA