Operazione

Catturato a Parigi pericoloso latitante, autore dell’omicidio di Massimo Pappalardo. IL VIDEO

Foto cc
1 ott 2015 - 10:21

CATANIA – Lo hanno intercettato e arrestato a Thais, vicino Parigi. Con il suo cellulare, infatti, inviava messaggi all’ex fidanzata.

Così è stato catturato il pericoloso latitante, Ignazio Sicurello di 45 anni, facendo luce sull’omicidio di Massimo Pappalardo, 32 anni, rivale in amore.

La vittima, ristoratore di Valverde, a marzo scorso è stato ucciso e il suo cadavere è stato bruciato all’interno della sua auto, trovata in una scarpata a Paternò.

Dopo diversi mesi di indagini, i carabinieri del Comando Provinciale di Catania con l’aiuto della Brigata Nazionale francese hanno individuato anche lui, Ignazio Sicurello, accusato oggi di omicidio, occultamento e distruzione di cadavere oltre che detenzione illegale di arma da fuoco.

Solo ad aprile per lo stesso assassinio sono finiti in carcere il fratello del latitante, Giuseppe di 54 anni e Massimo Distefano di 41. 

L’uomo appena ha visto gli agenti francesi non ha opposto resistenza, esibendo una carta d’identità falsa e affermando di non conoscere il francese e quindi non riuscire a comunicare con loro.

Così si è conclusa un’operazione dei carabinieri di Catania che ha fatto luce su un omicidio che sembrava essere rimasto avvolto dal mistero. 

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento