Strage

Catania, svolti i funerali con doppio rito religioso per tredici migranti

11692889_10207043550508938_1274872627_n
7 lug 2015 - 13:15

CATANIA – Si sono svolti stamattina al Palazzo dei Chierci, di Catania, i funerali dei tredici uomini deceduti in mare. 

Sulle loro bare, che verranno seppellite nell’aera comunale del cimitero catanese, non è stato possibile scrivere nessun nome, ma solo il loro DNA nel caso in cui i familiari volessero cercarli e seppellirli nella loro “terra”. 

Secondo quando reso noto i corpi appartenevano a uomini, tutti di età compresa tra i ventidue e i trentanni, morti per annegamento durante uno degli ultimi sbarchi recuperati dall’equipaggio della marina militare. 

11715890_10207043550268932_378996482_n

Data la loro ignota provenienza si è deciso di celebrare i funerali con un doppio rito religioso, sia cristiano che islamico, infatti presenti il Vescovo di Catania Salvatore Gristina, il vice presidente della comunità islamica di Sicilia Ismail Bouchnafa e il Copto della chiesa d’Egitto Agona Pola. 

Durante il rito religioso hanno partecipato anche alcuni degli esponenti della marina militare, dei carabinieri e della polizia di stato insieme con il sindaco di Catania, Enzo Bianco, che ha colto l’occasione per ringraziare i volontari che ogni giorno operano nei centri d’accoglienza in tutta la regione. 

Commenti

commenti

Francesca Guglielmino



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli Correlati

Lascia un Commento