Protesta

Catania, “no a strisce blu in via dell’Esperanto”

VINCENZO PARISI9
10 feb 2015 - 16:24

CATANIA - I residenti di via dell’Esperanto e delle zone limitrofe protestano per la possibile realizzazione di nuovi stalli blu davanti alle proprie case. Il consigliere comunale Vincenzo Parisi di “Grande Catania”, ha raccolto le loro segnalazioni e chiesto urgentemente al sindaco Bianco di attivarsi in tutti i modi affinchè questo progetto non sia portato a termine.

Si tratta di una situazione che ha il solo effetto di mandare su tutte le furie un intero rione che considera i box per la sosta a pagamento troppi per un’area a pochi passi dall’ospedale Ferrarotto – dice Parisi -. Le eventuali strisce blu creerebbero malumori anche per coloro che in questa zona lavorano. Da qui la levata di scudi dell’intero territorio contro una forma di vessazione causata da un’amministrazione che pensa forse di reperire in questo modo i fondi necessari per rispondere alle esigenze della città. I catanesi non sono bancomat da cui prelevare continuamente e se l’azienda ‘Sostare’ di trova a corto di denaro, invece di trovare altri spazi dove ricavare gli stalli a pagamento, potrebbe avviare un piano industriale degno di questo nome“.

In tutta la zona dell’ospedale Ferrarotto le persone protestano anche per il criterio con cui sono stati scelti i nuovi stalli. “In modo indiscriminato – dice ancora Parisisenza tenere in considerazione l’area densamente popolata e già piena di passi carrai. Il risultato futuro sarà un aumento del posteggio selvaggio con auto e furgoni che si sistemeranno in doppia fila, sopra i marciapiedi e sulle strisce pedonali della zona“.

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento