Polizia

Catania, Siap sulla rapina di Picanello: “Mettere i gps nei bancomat”

Duro colpo alla mafia dei Nebrodi, 23 persone in manette
Duro colpo alla mafia dei Nebrodi, 23 persone in manette
28 lug 2015 - 18:58

CATANIA - A poche ore dalla rapina “atipica” effettuata ai danni della Posta di via Galatioto nel quartiere Picanello di Catania (per maggiori informazioni clicca qui), arriva il commento del sindacato di polizia che sottolinea l’impossibilità delle forze dell’ordine e dei cittadini di opporsi a reati simili. La soluzione sarebbe la predisposizione di apparecchi dotati di sistema di rilevamento gps all’interno dei bancomat, così da individuare gli esecutori o di creare un deterrente nel compiere tali gesti. Una proposta interessante che verrà vagliata dalle cariche competenti. 

Di seguito il comunicato stampa integrale del segretario del Siap di Catania, Tommaso Vendemmia:È evidente che i criminali con efferatezza e non curanza dei danni provocati, si scagliano con mezzi pesanti nelle strutture bancarie per depredarli dei bancomat, operazione a basso rischio e con risultati assicurati e non solo in città. È altrettanto evidente che ne i cittadini o telecamere possono fermare questi individui che non esitano a danneggiare tutto ciò che gli capita a tiro durante i colpi. Nell’era della tecnologia e del grande fratello non si riesce a prevenire o scongiurare questi episodi che potrebbero causare anche danni a persone ( fortuna che non è ancora capitato). 

Oltre a tentare di aumentare gli equipaggi, se arrivano autovetture e uomini, si potrebbe utilizzare il sistema che usano molti automobilisti, un localizzatore all’interno dei bancomat, utilissimo deterrente che consentirebbe la localizzazione dell’eventuale furto e di conseguenza la cattura dei criminali. Un operazione che con costi contenuti farebbe riflettere i delinquenti nel commettere questi reati. Auspichiamo che le associazioni di categoria contattino la Questura per proporne la realizzazione”.

 

Commenti

commenti

Santi Liggieri



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento