Natura

Catania, si schiudono le uova: alla luce 41 tartarughine Caretta caretta

caretta caretta egadi 8-9-14
22 ago 2016 - 10:17

CATANIA - Le uova di Tartaruga Marina Caretta caretta che sono state trovate lo scorso mese di luglio nella riserva naturale Oasi del Simeto si sono in parte schiuse, dando la vita a 41 piccole tartarughine dopo le 15 nate sul litorale della Plaia di Catania. Soddisfatto il sindaco di Catania Enzo Bianco:

“L’Oasi del Simeto è tra le più importanti Riserve del Sud del Paese, dove è possibile ammirare numerose specie di avifauna protetta, sia stanziale e sia migratoria. La nascita di queste tartarughine rappresenta un evento straordinario che spero continui a ripetersi in futuro.

Il primo provvedimento che ho firmato come Sindaco Metropolitano è stato il decreto relativo al progetto di riqualificazione turistica e didattica ‘Nuova Oasi’ che prevede la promozione di attività aggregative, sociali, culturali e didattiche che si svolgeranno con la collaborazione di nove soggetti tra associazioni e cooperative. L’obiettivo – ha proseguito il primo cittadino – è quello di valorizzare questo bene naturalistico anche attraverso una gestione che permetta di ‘educare e sensibilizzare’ i fruitori al rispetto della fauna e della flora endemica tipica del territorio”.

“Creeremo un modello virtuoso per meglio attirare il turismo degli amanti del settore e per educare le giovani generazioni al rispetto delle aree protette. Oggi queste nascite sono uno straordinario segnale di buon augurio” ha concluso Bianco.

La schiusa è un risultato ottenuto grazie all’azione di volontariato svolta dagli esperti biologi del Wwf, Oleana Prato e Carlo Camera, che assieme ad altri hanno monitorato per più di un mese la spiaggia dell’area protetta accertando la presenza del nido in questione e di altri dai quali si sono schiuse le uova nei giorni scorsi e che continueranno a schiudersi anche in quelli successivi.

Gabriele Paratore



© RIPRODUZIONE RISERVATA