Evasione

Catania, sequestro di 2,7 milioni a impresa e-commerce

computer
18 ott 2014 - 10:48

CATANIA – I finanzieri del comando provinciale della Guardia di Finanza di Catania, a seguito di una verifica fiscale conclusa nei confronti di un’impresa individuale, risultata completamente sconosciuta al fisco e operante nel commercio on line di integratori alimentari, hanno eseguito un sequestro di beni e di disponibilità finanziarie.

La ditta è stata individuata in quanto non risultava presentata alcuna dichiarazione fiscale né risultavano versamenti di imposta all’Erario. Tuttavia, il tenore di vita del titolare era particolarmente agiato, pur in assenza di altre forme di reddito idonee a sostenerlo.

Sin dalle prime fasi del controllo è apparso chiaro ai militari del Gruppo di Catania che l’azienda fosse condotta senza porre in essere alcun adempimento fiscale. Infatti, i finanzieri hanno rilevato la totale assenza della documentazione contabile normalmente prevista (registri, bollettari, fatture, ecc.), rinvenendo, invece, copioso carteggio extracontabile (corrispondenza commerciale, note manoscritte, ecc.).

Si è pertanto proceduto alla ricostruzione del volume dei ricavi realizzato dalla ditta attraverso l’esame accurato dei dati scaricati dal sito internet dell’azienda che esercitava l’e-commerce nonché dall’acquisizione dei movimenti dei conti correnti e di deposito in uso all’imprenditore e alla ditta stessa.

Lo sviluppo e l’analisi degli elementi acquisiti ha consentito di scoprire un’evasione d’imposta, per il periodo dal 2009 al 2012, di oltre 2,7 milioni di euro.

E’ così scattata la denuncia per reati fiscali alla Procura della Repubblica di Catania, che, a garanzia dei crediti vantati dall’Erario, ha emesso un decreto di sequestro preventivo per equivalente dei beni patrimoniali riconducibili all’imprenditore.

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento