Scandalo

Catania, revocati arresti domiciliari per Pulvirenti e Cosentino

pulvirenti
3 lug 2015 - 14:18

CATANIA - Sono stati revocati gli arresti domiciliari per il patron del Calcio Catania Nino Pulvirenti e per Pablo Cosentino. La decisione è stata presa dal gip che però ha disposto per entrambi gli indagati l’obbligo di firma 4 volte a settimana in un posto di polizia.

A Cosentino e Pulvirenti sono anche stati ritirati i passaporti.

I legali dell’ex presidente del Catania avevano presentato istanza di revoca degli arresti domiciliari. Pulvirenti è indagato per truffa e frode sportiva nell’inchiesta della Procura etnea con l’accusa di avere comprato cinque partite di calcio per non fare retrocedere la squadra dalla Serie B in Lega Pro.

 

Commenti

commenti

Andrea Sessa



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento