Tragedia

Catania, recuperato in mare il cadavere di un giovane migrante

corpo migrante
28 ago 2016 - 16:39

CATANIA – È stato ritrovato, questa mattina, il corpo senza vita di un uomo nello specchio d’acqua antistante il tratto compreso tra le Ciminiere e la stazione centrale di Catania.

Sembra si tratti di un giovanissimo migrante di appena 18 anni che, molto probabilmente, è deceduto durante la traversata in mare nel Canale di Sicilia.

La presenza del corpo esanime in acqua è stata segnalata da due apneisti che, durante una immersione, si sono imbattuti nel cadavere che si trovava nel fondale ad una profondità di sette metri.

Sul posto tempestivo l’intervento di una squadra dei vigili del Fuoco che, tramite una pompa d’acqua e l’ausilio di una squadra di sommozzatori, hanno recuperato la salma che, secondo le ultime indiscrezioni, si trovava in acqua da oltre due giorni.

Per facilitare le operazioni di recupero del corpo è giunta sul luogo anche la capitaneria di porto con il medico legale che ha effettuato un primo esame del cadavere.

Carlo Marino



© RIPRODUZIONE RISERVATA