Contestazione

Catania, posticipo pensioni: CODACONS avvia comitato di protesta

Anziani giocano a patruni e sutta 1
22 ott 2014 - 11:52

CATANIA - Nasce il primo Comitato di protesta contro il posticipo dei pagamenti delle pensioni al 10 del mese, misura prevista dalla Legge di Stabilità a partire dal 2015.

Il Comitato promosso da Francesco Tanasi, segretario nazionale Codacons, raggruppa i pensionati aderenti a Codacons e Consumatori Italiani ed è aperto a tutti i pensionati che vogliono protestare contro il provvedimento di posticipo.

Francesco Tanasi

Francesco Tanasi

“Se il provvedimento otterrà il via libera, il danno per i pensionati sarà enorme, così come i disagi per gli anziani - denuncia Tanasi - Sulla data di pagamento all’1 del mese si basano infatti numerose scadenze in capo ai pensionati, come rate di affitti, mutui, debiti, finanziamenti, oppure abbonamenti e altre scadenze”.

“Ma anche in assenza di tali impegni finanziari, il posticipo dei pagamenti - considerato soprattutto che in Italia vi sono 2,1 milioni di pensionati che ricevono un assegno di importo al di sotto dei 500 euro, cifra inferiore alla soglia di povertà relativa fissata dall’Istat – creerà un gap che oltre a produrre evidenti disagi potrebbe mettere in seria crisi la liquidità di migliaia di anziani, con conti bancari in rosso e pagamenti di commissioni in favore delle banche.

Per tale motivo – conclude Tanasi – lanciamo una iniziativa a favore proprio dei pensionati: attraverso la quale diffidare l’INPS a non introdurre la novità prevista dalla Legge di Stabilità, in quanto provvedimento lesivo dei diritti di tale categoria di cittadini.

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento