Web

Catania, la polizia postale individua e “blocca” un aspirante suicida su Telegram

computer-2
15 lug 2015 - 12:37

CATANIA - Una segnalazione giunta al 113 ha allertato la sala operativa della questura e lo staff operativo della polizia postale etnea per evitare l’annunciata volontà di un ragazzo – espressa su Telegram, un servizio di messaggistica istantanea on line – di togliersi la vita.

Avviati immediatamente gli accertamenti, destreggiandosi febbrilmente tra gli appartenenti al medesimo “gruppo virtuale” dell’aspirante suicida e grazie anche ai riscontri sul social network Facebook, gli investigatori della polizia postale sono riusciti a risalire all’identità di un’amica del giovane la quale, immediatamente contattata, ha fornito ai poliziotti le generalità di un familiare del ragazzo.

A questo punto le indagini sono passate ai carabinieri di una cittadina campana, dove il giovane è stato raggiunto e, dopo aver ammesso di aver effettivamente pubblicato il messaggio suicida, ha rassicurato familiari e forze dell’ordine sul fatto che si fosse trattato solo di un estemporaneo momento di sconforto.

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento