Vigilanza

Catania: Pasqua sicura, intensificati i controlli dei carabinieri

volante carabinieri
3 apr 2015 - 17:56

CATANIA – Una santa Pasqua davvero serena? È quello che prospetta il comando dei carabinieri che si mobiliterà per garantire sicurezza ai cittadini catanesi e dell’intera provincia etnea durante i giorni delle festività.

Il piano di controllo straordinario del territorio, pensato e voluto dal comando provinciale etneo, ha avuto inizio ieri pomeriggio, protraendosi fino a tarda sera, nella zona a nord della città, nei quartieri di Picanello, Ognina, San Giovanni Galermo, Barriera, Canalicchio, Cibali e cioè quelli definiti “a rischio”.

L’Arma, con l’impiego di pattuglie della compagnia di piazza Dante, dei militari della compagnia di intervento operativo del battaglione “Puglia” e con il supporto specializzato dell’unità cinofila per la ricerca di stupefacenti del nucleo cinofili di Nicolosi, ha contrastato efficacemente il verificarsi di reati in genere, in particolare quelli predatori come scippi, rapine e furti.

A questo fronte unifrome si sono integrate alcune pattuglie in borghese e, come sempre, le gazzelle di pronto intervento del nucleo radiomobile. Durante il servizio sono state controllate 80 persone, più di 60 veicoli tra autovetture e mezzi a due ruote, tra i quali, qualcuno sequestrato per mancanza di assicurazione ed altri sequestrati perché i conducenti non indossavano il casco.

La presenza dei carabinieri, nei punti più trafficati e sensibili, nelle ore considerate statisticamente “calde”, si è rivelata efficace perché ha inciso in modo significativo sulla percezione di sicurezza dei cittadini.

I servizi come detto continueranno domani, la domenica di Pasqua e il lunedì di Pasquetta. In quest’ultimo giorno in particolare è previsto un grosso aumento del traffico veicolare sulle strade. Come ogni anno nella serata del lunedì di Pasquetta avverrà il rientro in massa dalle località di vacanza. I carabinieri vigileranno per evitare comportamenti inadeguati alla guida.

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento