Disperazione

Catania, panico al tribunale: tenta suicidio ma è salvato da un avvocato

IMG-20150708-WA0001
8 lug 2015 - 10:19

CATANIA - Ore di paura al tribunale, in piazza Giovanni Verga. Un giovane ha minacciato di lanciarsi da una finestra al primo piano dell’edificio. Non lo ha fatto, alla fine, per fortuna, grazie all’opera di convincimento e persuasione da parte di alcuni impiegati del palazzo di giustizia. Alla fine, proprio mentre stava per lanciarsi è stato letteralmente trattenuto per i piedi da un avvocato che dunque gli ha salvato la vita.

Particolarmente scosso si trova adesso nello spiazzo davanti al tribunale, circondato da persone che cercano di dargli conforto e dai sanitari di un mezzo di soccorso intanto intervenuto sul posto dopo essere stato chiamato dall’avvocatessa Carmela Zagarella. 

All’origine del disperato tentativo di suicidio ci sarebbe la causa di separazione dalla moglie che doveva svolgersi questa mattina. Il giovane non voleva assolutamente chiudere il rapporto con la moglie. L’intransigenza di quest’ultima lo avrebbe spinto al tentativo di togliersi la vita. Ciò sarebbe avvenuto al termine di una discussione con la donna, dopo che il giovane aveva apposto la sua firma sul documento che sanciva la separazione.

Ma ripetiamo, ancora con esattezza non si sa tutto, non si conoscono retroscena e dettagli, il giovane è stato a lungo interrogato da polizia e carabinieri.

 

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un pensiero su “Catania, panico al tribunale: tenta suicidio ma è salvato da un avvocato

Lascia un Commento