Omicidio

Catania, oggi l’interrogatorio della Panarello dopo le accuse al suocero: “Ha ucciso lui Loris”

veronica panarello
19 feb 2016 - 10:45

CATANIA - Sono entrati nel carcere di Catania, verso le 10.30, il sostituto procuratore di Ragusa Marco Rota, il capo della Squadra mobile Antonino Ciavola e il capitano dei carabinieri Domenico Spadaro per interrogare Veronica Panarello dopo le sue ultime rivelazioni sull’uccisione del figlio Loris, di otto anni.

La donna ha chiamato in causa il suocero Andrea Stival sostenendo che sia stato lui ad ucciderlo. Delle dichiarazioni choc che hanno scatenato la reazione del nonno del bambino che ha smentito categoricamente ma che – come atto dovuto – è stato indagato per fornire ulteriori chiarimenti.

Il legale di Veronia Panarello, Francesco Villardita, si è detto sicuro che la sua assistita durante l’interrogatorio riconfermerà ciò che ha già affermato e potrebbe anche aggiungere nuovi particolari.

“Se le sue accuse saranno confermate oggi davanti ai pm – ha aggiunto Villardita – avranno una valenza più pregnante nel processo. Due giorni fa l’ho trovata decisa a confermare la sua versione dei fatti e ci auguriamo che stamattina possa fare chiarezza su questa misteriosissima vicenda. La sua versione dovrà essere sottoposta al vaglio dei magistrati – ha aggiunto - dichiarazioni sono forti perchè forniscono movente, complici e dinamica. Per la prima volta si parla di omicidio e non di incidente. Non erano racconti falsi, ma lei ha riferito quello che ricordava in quel momento”. 

IN AGGIORNAMENTO

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA